Český Krumlov
Republic Storie
Così vicino alle stelle Praga I tesori del Paese Pálava Terme regali Mariánské Lázně Il cuore spirituale della Moravia Olomouc La capitale della birra e della cultura Pilsen Orizzonti magici I monti della Boemia centrale La favola infinita Český Krumlov L'isola dell'arte barocca Kuks La chiave del Regno di Boemia Loket A qualcuno piace caldo Karlovy Vary Il luogo della conciliazione Mikulov A tempo d’architettura Praga
© Roman Cestr

Český Krumlov La favola infinita

Non avete mai sognato che si fermasse il tempo? E se vi dicessimo che sappiamo dove è possibile vivere questo vostro sogno?

Chiunque ha visitato Český Krumlov, vi confermerà che nelle strette viuzze di questa cittadina ogni tanto avete la sensazione di trovarmi in un altro secolo. Ci sono poche città che hanno conservato il loro spirito medievale e rinascimentale ed un'atmosfera tranquilla, difficile da descrivere. Questa città, sovrastata dall'imponente castello, conserva finora molti segreti - ad ogni angolo potete trovare testimonianze di storie antiche; per esempio quelle legate ad una delle famiglie nobili più potenti, dal simbolo araldico della rosa a 5 petali. Questi hanno risieduto nel castello per 3 secoli, trasformandolo in una sontuosa residenza rinascimentale, che avrebbe dovuto eguagliare la Praga dei re.

Durante il governo degli ultimi dei Rosenberg, Guglielmo da Rosenberg e Pietro Vok,  Krumlov visse una frase di eccezionale sviluppo culturale e divenne dimora di personaggi misteriosi, dei tragici destini. L'alchimista dell'imperatore Rodolfo II, Edward Kelly, qui lavorava nel suo laboratorio segreto al servizio di Guglielmo alla sua grande opera e, con l'aiuto di elisir, cercava di trasformare i vari materiali in oro e argento. Testimoniano ancora oggi la presenza di questi uomini, dalla “professione” scomparsa anche i simboli sulle facciate a sgraffio della grande torre del castello.

Ricordano i tempi antichi le osterie che si trovano nelle vecchie cantine, dove potrete avere l'occasione di partecipare a banchetti medievali, assaggiando le migliori birre ceche. Lo spirito rinascimentale si risveglia ogni anno a giugno, quando la città vive tre giorni di tornei cavallereschi, rappresentazioni di scherma antica, di grida dei mercati degli artigiani, che culminano con l'imponente corteo dei personaggi storici e dei cavalieri a cavallo.

L'arte del tempo bloccato

A fianco dei percorsi principali potete trovare anche degli angoli tranquilli che ricordano le epoche da poco passate. Uno di questi è l'atelier fotografico di Seidl. Ancora un passo e cadrete nell'epoca in cui realizzare una fotografia era una piccola avventura. Il maestro fotografo pare abbia abbandonato lo studio un attimo fa, gli ingranditori e le apparecchiature d'epoca sono rimasti al loro posto. L'archivio contiene 140.000 dagherrotipi in vetro, che fanno rivivere la Krumlov degli inizi del 20° secolo.