Pálava
Republic Storie
Così vicino alle stelle Praga I tesori del Paese Pálava Terme regali Mariánské Lázně Il cuore spirituale della Moravia Olomouc La capitale della birra e della cultura Pilsen Orizzonti magici I monti della Boemia centrale La favola infinita Český Krumlov L'isola dell'arte barocca Kuks La chiave del Regno di Boemia Loket A qualcuno piace caldo Karlovy Vary Il luogo della conciliazione Mikulov A tempo d’architettura Praga
© Jan Halady

Pálava I tesori del Paese

Se vi dovesse capitare di discutere su dove, in Repubblica Ceca, nasca il vino migliore, di certo non sbagliate affermando che questo matura sulle pendici soleggiate della Pálava, in Moravia. Lo afferma, tra l'altro, la maggior parte degli esperti e conoscitori di vini. Questo non meraviglia, poiché questa regione ha,da sempre,le migliori condizioni per la coltivazione delle vigne. La Pálava è la zona più calda e asciutta della Repubblica Ceca ed i vinai vi sono presenti a partire già dal secondo secolo dopo Cristo.

Oggi l’origine delle vigne sotto le cime della Pálava è oggetto di leggende. Alcune di queste dicono che i primi produttori di vino siano stai i legionari romani all’epoca in cui questa era la zona di confine dell’Impero romano. Sappiamo che i Celti che risiedevano nelle pianure della Pálava bevevano volentieri il vino e che avevano ricchi scambi commerciali con i Romani, sebbene le prime tracce scritte risalgano alle cronache dell’8° e 9° sec. Queste testimoniano come i signori dell’epoca fossero ben coscienti del tesoro che qui maturava sotto il sole.

Chiunque voglia intraprendere un viaggio indietro nel tempo, scoprendo la storia del vino moravo e la ricca storia della regione, lo deve iniziare nello storico centro di questa zona, l’antica Mikulov. Le cantine del castello di Mikulov ospitano una ricca mostra e diversi reperti storici, il maggiore dei quali è un’enorme botte risalente al 17° secolo. Le vere esperienze di viaggio, però, vi attendono al di la le porte di Mikulov. Dopo una breve preparazione teorica, inforcate la bicicletta ed uscite dalla città indirizzandovi a sud.

Le molte piste ciclabili si snodano in un pittoresco paesaggio, nominato nel 1986 riserva della biosfera UNESCO, a difesa degli esempi di ecosistemi di rilevanza mondiale. Passerete a fianco ad alcuni romantici ruderi: il Castelletto degli Orfani, la cappella di S. Antonio ed il Castello delle Ragazze (Dívčí hrad). Vi consigliamo, quando sarete ai suoi piedi, di effettuare una piccola deviazione. Il panorama che si apre sotto il Castello delle Ragazze in direzione dei bacini di Nové Mlýny merita la piccola fatica di un paio di metri di salita. Da qui dominerete la vasta pianura e vedrete la meta del vostro viaggio: la cittadina di Pavlov e, a fianco, Dolní Věstonice, importante luogo di ritrovamenti archeologici degli antichi cacciatori di mammut. Il resto del viaggio, fino al paese vinicolo di Pavlov, attraversa le vigne, e vi porta al loro cuore. Vi consigliamo di iniziare la vostra visita scoprendo il paese, la cui storia è documentata già dall’ 11° sec. Degni di nota sono i caratteristici poderi di campagna, dai caratteristici frontoni barocchi risalenti al 18° secolo, la chiesa di S. Barbara ed il cimitero barocco “pod Děvínem”.

In bicicletta lungo il parco naturale della Pálava

Pavlov 

Děvín

Il castelletto degli orfani

Cappella di S. Antonio

Dolní Věstonice

Castello delle fanciulle (Dívčí hrad)

{}
Mapa